Medicina Sportiva

TUTELA SANITARIA
ll Decreto 18 febbraio 1982 “Norme per la tutela sanitaria dell’attività sportiva agonistica” (Pubbl. sulla Gazzetta Ufficiale del 5 marzo 1982, n. 63), il Decreto del 24 aprile 2013 “Disciplina della certificazione dell’attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici e di altri eventuali dispositivi salvavita” (Pubbl. sulla Gazzetta Ufficiale del 20 luglio 2013), il Decreto del 8 agosto 2014 “Approvazione delle linee guida in materia di certificati medici per l’attività sportiva non agonistica” (Pubbl. sulla Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre 2014), la circolare prot.n.0006897/16 del CONI indicano la tipologia di certificazione necessaria per la pratica dell’attività sportiva. In sintesi:

* Certificato per attività sportiva non agonistica, ovvero coloro che svolgono attività organizzate dal CONI, da società sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline associate, agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, che non siano considerati atleti agonisti ai sensi del decreto ministeriale 18 febbraio 1982. Per queste attività è obbligatorio il certificato rilasciato dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dal medico specialista in medicina dello sport. I certificati vengono rilasciati su apposito modello e hanno validità annuale con decorrenza dalla data di rilascio. Ai fini del rilascio del certificato medico è necessario un elettrocardiogramma a riposo, debitamente refertato, effettuato almeno una volta nella vita o con periodicità annuale per coloro che hanno superato i 60 anni d’età.
Non sono tenuti alla certificazione sanitaria i tesserati che non svolgono alcuna attività sportiva e sono stati definiti dall’ente come non praticanti (Tesserati NA).
Non sono tenuti alla certificazione sanitaria i tesserati che svolgono attività sportiva caratterizzata dal ridotto impegno cardiovascolare; Discipline di tiro, Biliardo sportivo, Bocce(ad eccezione delle specialità volo), Bowling, Bridge, Dama, Giochi Tradizionali FIGEST, Golf, Pesca Sportiva, Scacchi, Curling e le attività il cui impegno fisico sia evidentemente minimo.

Con decreto del ministero della salute di concerto con il ministero dello sport del 06.03.2018 si esclude l’obbligo di certificazione medica per l’esercizio dell’attività sportiva in età prescolare dei bambini da 0 a 6 anni.

* Certificato per attività agonistica, nulla è cambiato rispetto al DM della sanità del 18 febbraio 1982; al fine della tutela della salute di coloro che praticano attività sportiva agonistica devono sottoporsi previamente e periodicamente al controllo dell’idoneità specifica allo sport che intendono svolgere o svolgono. Per la Regione Lombardia il limite per lo svolgimento di attività agonistica è quello annualmente fissato dalle Federazioni Sportive Nazionali. In questo caso il medico certificatore è solo lo specialista in medicina dello sport.
* Certificato per attività di particolare e elevato impegno cardiovascolare. Questo certificato viene rilasciato dal medico specialista in medicina dello sport, dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, sulla base del modello specifico per la partecipazione di non tesserati alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline associate, agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI a manifestazioni non agonistiche o di tipo ludico-motorio, caratterizzate da particolare ed elevato impegno cardiovascolare, patrocinate dai suddetti organismi, quali manifestazioni podistiche di lunghezza superiore ai 20 Km, granfondo di ciclismo, di nuoto, di sci di fondo o altre tipologie analoghe.

Cosa fare per la visita agonistica
La direzione generale della Sanità della Regione Lombardia con decreto n. 8935 del 17 aprile 2001, ha integrato la modulistica relativa alle visite mediche di idoneità all’attività agonistica predisponendo il modello qui riprodotto stabilendo che la corretta e completa compilazione dello stampato è essenziale per poter ottenere la visita medico-sportiva.
Per facilitare l’accesso ai Centri di Medicina Sportiva in regime di convenzione regionale riportiamo alcune regole:
– ogni atleta deve presentare la richiesta di visita medica agonistica che deve essere compilata in tutte le sue parti a macchina o in stampatello;
– per i rinnovi è indispensabile presentare il certificato in scadenza;
– sulla richiesta è obbligatorio apporre, in originale, il timbro della società e la firma del Presidente;
– la mancata od errata compilazione di uno dei dati necessari rende nulla la richiesta;
– la visita medica agonistica è completamente gratuita per gli atleti rientranti nelle categorie agonistiche fissate annualmente dalle diverse Federazioni Sportive.
Il certificato è un documento personale di ciascun atleta. Esso vale per un anno. Se un atleta partecipa ad attività con due o più organizzazioni diverse, lo stesso certificato vale per tutte le attività. In questo caso il Presidente della società sportiva può acquisire una fotocopia del certificato, purché si assicuri che non si tratti di una copia falsa.

Modulo richiesta visita medico-sportiva