Al di là del muro: grazie !

Nel frattempo tutto si è fermato. Fa un certo effetto vedere i campi deserti, le palestre chiuse, le piscine malinconicamente vuote. E’ strano non sentire i suoni della passione sportiva che quotidianamente anima la nostra provincia tra allenamenti, partite e tornei. Lo sport: da puro divertimento a minaccia della collettività. Per tutti noi la consapevolezza di essere fragili ed impotenti verso ciò che mina, dall’esterno, la nostra consolidata routine. Allontanati gli uni dagli altri, separati dai compagni di squadra, dagli amici di gioco. Forse un momento di introspezione utile per ritornare più forti e consapevoli di prima. Una pausa per riflettere sull’importanza di ciò che facciamo e sulla fortuna che abbiamo nel poter vivere certe esperienze, che spesso diamo per scontate. Un tempo per riscoprire quel senso di appartenenza che va ben oltre le mura degli spogliatoi o del recinto di un campo. Il mondo non è mai stato così vicino.

In attesa di tornare a vivere le emozioni dello sport il Csi fa un plauso alle sue società: “Ringraziamo i dirigenti per la collaborazione, che in situazioni come questa è basilare. Abbiamo notato disponibilità e senso di responsabilità. Un’associazione dimostra di essere all’avanguardia anche in situazioni come quella che stiamo vivendo in questi giorni”.

Attachment